Legno Lamellare

legno.JPG

Il legno, materiale nobile adatto a delimitare spazi esterni quali giardini e terrazze, con portici verande e pergole, là dove la normativa vigente non permette l’esecuzione di opere in muratura. Una accurata progettazione dei particolari costruttivi, sfruttando le ultime sentenze della corte di cassazione sulle strutture amovibili, ci permette di realizzare opere in lamellare predisposte per la cubatura, capaci di arricchire l’immobile di vani residenziali aggiuntivi di altissimo pregio estetico.

Le 7 regole da seguire per una ristrutturazione perfetta

Avete finalmente trovato casa e adesso non vedete l’ora di ristrutturarla per trasformarla nella casa dei vostri sogni o le vostre esigenze sono cambiate e avete bisogno di adeguare gli spazi della vostra abitazione alle nuove necessità; in ogni caso ristrutturare casa è una bellissima esperienza ma, delle volte, può diventare un vero e proprio incubo…

Trasformare gli spazi in cui viviamo modellandoli secondo le nostre esigenze è un modo di prendersi cura di noi stessi:  la casa è il luogo che ci ristora dopo una lunga giornata di lavoro; in cui accogliere i nostri amici e condividere il tempo con le persone che amiamo.

Per questi motivi, quando scegliamo di ristrutturare  è bene evitare di inciampare in spiacevoli imprevisti per rimanere concentrati sui nostri desideri che daranno forma alla nostra nuova casa.

Basterà seguire questi  7 utili suggerimenti per aggirare tutti gli ostali di una ristrutturazione !

1 Compila la tua lista dei desideri

to-do-list-tools

E’ fondamentale, prima di iniziare i lavori, avere le idee chiare sulle nostre esigenze  di natura funzionale ed economica.

Compilate una lista dettagliate delle vostre necessità: vorreste spazio per coltivare il vostro hobby preferito? Un bagno più grande? Una cucina più funzionale? Immaginatevi dentro gli spazi che volete ristrutturare, chiedetevi di cosa avete bisogno e riportatelo in una lista; infine, stabilite la cifra che dedicherete alla ristrutturazione valutando oltre i lavori, eventuali nuovi acquisti.

2 Tira fuori il carattere !

sample-storyboard-design

La casa è il luogo che più ci somiglia e ci rappresenta, per questo è importante che abbia uno stile deciso e coerente con i nostri desideri. Scegliere lo stile che avrà la nostra casa vuol dire scegliere l’atmosfera che respireremo ogni giorno e che racconterà di noi agli altri. Per farlo è utile selezionare le immagini di interni che più ci piacciono da riviste e siti web o partire dai mobili che abbiamo già in casa e che vorremmo tenere dopo la ristrutturazione in modo da creare un ambiente coerente in grado di valorizzare ciò che abbiamo già. In questo caso, si potrebbe anche valutare l’ipotesi di rinnovare la mobilia che più ci piace e a cui non vogliamo rinunciare con piccole modifiche che hanno un basso impatto economico ed un’alta resa estetica.

3 Valuta la qualità degli impianti

C563472-01.jpg

A meno che la casa non sia di recente costruzione o sia stata ristrutturata da poco dal precedente proprietario, è molto probabile che gli impianti non siano a norma di legge.

Naturalmente se si è deciso di ristrutturare, conviene senza ombra di dubbio intervenire sugli impianti per metterli a norma; sia perché in questo modo si escludono eventuali guasti futuri degli impianti stessi che costringerebbero ad intervenire vanificando l’intervento precedente; sia perché in caso di vendita o affitto dell’immobile, questo accrescerebbe il suo valore.

4 Organizza il tuo spazio

aiuto_imballaggio_casa.jpg

Che si tratti di un piccolo intervento o di una ristrutturazione completa, fare dei lavori in casa comporta sempre la necessità di fare spazio agli operai e proteggere gli oggetti dalla polvere e da eventuali danni.

In caso di interventi poco invasivi, come la ristrutturazione di una sola stanza o di una parte della casa, sarà utile spostare gli oggetti e i mobili più delicati nel resto della casa non soggetta a ristrutturazione, per i mobili più ingombranti, invece, basterà spostarli al centro degli ambienti e coprirli con appositi teli di plastica in modo da permettere agli operai di lavorare comodamente. Inoltre, si dovrà prestare attenzione ad isolare gli ambienti da ristrutturare così da poter vivere il resto della casa senza troppi fastidi.

Se invece la ristrutturazione è più ampia o prevede l’adeguamento degli impianti o il cambio dei pavimenti, allora sarà necessario individuare un luogo dove riporre e conservare tutti gli oggetti, preventivamente imballati ed eventualmente una casa in cui vivere durante i lavori di ristrutturazione.

5 Pensa sostenibile

casa-sostenibile-vetrate

Nella scelta dei materiali e delle finiture come pavimenti, mattonelle, pannelli isolanti etc., è buona norma valutare la sostenibilità dei materiali scelti. I materiali e le finiture sostenibili, con garanzia certificata emessa da enti riconosciuti, sono composti per almeno l’85% da risorse rinnovabili che li rendono traspiranti, igroscopici e permeabili ai raggi solari. In alcuni casi, assorbono i microinquinanti presenti svolgendo un’azione parzialmente depurativa, sono fonoassorbenti e hanno proprietà di termoregolazione favorendo il benessere interno degli ambienti in cui vengono utilizzati.

Una ristrutturazione sostenibile guarda anche alla provenienza dei materiali oltre che alla loro composizione: scegliere materiali locali o di riuso o recupero, vuol dire ridurre gli effetti dell’inquinamento ambientale del processo edilizio e, spesso, abbattere in maniera significativa i costi delle finiture.

Per questi motivo, una scelta consapevole è garanzia di salubrità degli ambienti, salvaguardia della salute e riduzione di sprechi.

6 Avvisa i vicini

rumori-molesti-e-rimedi

Di regola, i vicini di casa devono essere informati tempestivamente circa l’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Se l’appartamento da ristrutturare fa parte di un condominio è buona norma esporre in bacheca la copia di un eventuale titolo abilitativo (CILA, SCIA, PdC); indicazioni sulla data di inizio e fine lavori e il recapito telefonico del direttore dei lavori per possibili segnalazioni.

In ogni caso, la ditta esecutrice dovrà prestare attenzione a effettuare le lavorazioni più rumorose negli orari opportuni e mantenere gli spazi comuni e di passaggio sempre liberi e puliti.

7 Scegli il professionista giusto

ThinkstockPhotos-473849812.jpg

La scelta dell’architetto che dirigerà la ristrutturazione è un passaggio fondamentale per non incorrere in problemi di varia natura.

L’architetto in primo luogo interpreta i desideri del cliente dandogli forma e concretezza; gestisce tutta la fase burocratica sciogliendo il groviglio di normative che ruota intorno all’edilizia; in quanto direttore dei lavori è il tramite tra il cliente e l’impresa di costruzione assicurandosi che tutte le lavorazioni vengano svolte a regola d’arte e nel pieno rispetto dei tempi e dei costi stabiliti.